Venezia - La città d'acqua - FRANCO'S Artist - Pittore- sito ufficiale

Vai ai contenuti
Il mio mondo

VENEZIA
" Atmosfere uniche "


« Si è sempre dato per scontato che Venezia è la città ideale per una luna di miele, ma è un grave errore. Vivere a Venezia, o semplicemente visitarla, significa innamorarsene e nel cuore non resta più posto per altro. »

(Peggy Guggenheim)

Sento di poter dire, che è proprio così, difficile non innamorarsi di Venezia.
Inutile descrivervi le atmosfere, le luci, i colori, il fascino di una città, unica al mondo, che certamente conoscerete e avrete visitato. Per un artista può essere diverso, al punto di rimanerne prigioniero, per l'ispirazione che tali atmosfere riescono a trasmettere.
Per anni ho frequentato l'incantevole luogo, durante il Carnevale, unico al mondo, tanta è la fantasia, tanti sono i colori, tanta è l'arte che si respira, tanti sono i dipinti nel rappresentare questo angolo di paradiso.

Dimenticavo: Naturalmente vi ho passato anche le mie lune di miele.







Francos, Carnevale di Venezia

ALCUNE MASCHERE
DEL CARNEVALE DI VENEZIA



































Venezia
Venezia
Venezia, acqua alta

ll veneziano più conosciuto al mondo è Marco Polo (1254 - 1324) che non scrisse ma dettò il Milione, divenuta l'opera più famosa per la conoscenza del mondo asiatico e della Cina nell'Europa del Medioevo.

A Venezia hanno scritto: Carlo Goldoni (1707 –1793) padre della commedia italiana e Giacomo Casanova (1725–1798) scrittore prolifico ma ricordato soprattutto per la sua autobiografia Histoire de ma vie (Storia della mia vita), che si identifica con Venezia anche per la fama libertina che la città aveva nel '700.

Ugo Foscolo (1778 – 1827) nato a Zante allora Repubblica di Venezia, famoso poeta e patriota del risorgimento.

Venezia Canal grande

Il cuore della città di Venezia è Piazza San Marco, per definizione l'unica a meritarsi il nome di piazza: le altre piazze sono chiamate infatti "campi" o "campielli". La Basilica di San Marco appare al centro della piazza, colorata d'oro e rivestita da mosaici che raccontano la storia di Venezia, assieme ai meravigliosi bassorilievi che raffigurano i mesi dell'anno. Sopra la porta principale, i quattro cavalli bronzei di Costantinopoli, (sono copie: gli originali sono nel museo di San Marco) ricordano la quarta Crociata del 1204.
Il Palazzo Ducale sorge a fianco della Basilica: a unirli, la Porta della Carta, meravigliosa opera di Bartolomeo Bon, che oggi è l'uscita del museo di Palazzo Ducale. L'ingresso principale è sul lato che guarda alla laguna. Sede del governo della Serenissima, è stato costruito nel XV secolo con marmi d'Istria. Qui sorgeva un castello, poi dato alle fiamme per far uscire Pietro IV Candiano che vi aveva trovato rifugio durante una sommossa. Ora il Palazzo è un museo, con opere dei migliori artisti veneziani:
Di fronte al Palazzo Ducale sorge il campanile di San Marco: costruito nel 1173 come faro per i naviganti,
La loggetta in marmo rosso di Verona è un'opera di Jacopo Sansovino, e su di essa si trovano i bassorilievi che raffigurano allegorie con le imprese della Repubblica del Leone.
Un altro simbolo della città è il Ponte di Rialto: opera di Antonio Da Ponte, sorse nel 1591. Costituiva l'unico modo di attraversare il Canal Grande a piedi: infatti, rimase l'unico ponte fino al 1854, quando fu costruito il Ponte dell'Accademia. Sui lati del corpo centrale si trovano negozi di lusso mentre, alla fine del ponte, nel sestiere di San Polo, la pittoresca pescheria e la chiesa di San Giacomo di Rialto.

I canali principali della città sono il Canal Grande ed il Canale della Giudecca. Il primo taglia in due la città tracciando una "S", il secondo separa il centro storico propriamente detto dall'isola della Giudecca.
Venezia è città d'arte per eccellenza ma deve molta delle sua fama nel mondo al semplice fatto di essere città d'acqua, con canali al posto delle strade, presa come modello di paragone nel mondo per esempio da Amsterdam che viene detta la Venezia del Nord oppure in Cina dove Suzhou è apostrofata la Venezia dell'Est. Ancora la Little Venice londinese, chiamata così per la presenza di canali, o lo stato del Venezuela battezzato in tal modo da Amerigo Vespucci a causa dei villaggi di palafitte.



Pagina non ancora ultimata

Torna ai contenuti | Torna al menu